CERTALDO

Se state andando o tornando da Siena, il piccolo borgo medioevale di Certaldo a 40 km sia da Firenze che da Siena è una tappa quasi obbligatoria. Questo luogo fa la sua comparsa ufficiale nella storia nel 1164. E’ molto conosciuto anche per essere la patria del celebre scrittore e poeta Giovanni Boccaccio padre del famoso “Decameron” tradotto in moltissime lingue. Raggiungeremo il paesino con una funicolare che come una macchina del tempo ci porterà a ritroso in pieno medioevo.

Cammineremo tra antichi palazzi in cotto rosso fino a raggiungere “Casa Boccaccio”, la prima tappa del nostro tour. Saliremo sull’antica torre che si affaccia su un panorama da togliere il fiato diviso tra crete senesi da una parte e campagna fiorentina dall’altra.

Ci fermeremo poi nella Chiesa dei Santi Jacopo e Filippo ad ammirare il bellissimo crocifisso in legno policromo risalente alla prima metà de XIII secolo. Sarà poi la volta di Palazzo Pretorio ed entreremo nelle antiche stanze ricche di affreschi e di storia. Una visita alla Chiesa dei Santi Tommaso e Prospero per vedere il particolarissimo “Tabernacolo dei Giustiziati” opera del pittore Benozzo Gozzoli. Una volta usciti cammineremo ancora per le strade, incantati dalle case torri e dalle antiche porte del borgo fortificato.

Non ce ne andremo senza aver assaggiato qualche golosità del luogo. Certaldo è famosissima per la cipolla dal particolare gusto dolce, buona sia cruda che aggiunta alle vostre pietanze: non andatevene senza averne provato la famosa marmellata. Tanto antica da comparire persino nello stemma del comune fin dal XII secolo e rammentata da Boccaccio nel Decameron.