CATTEDRALE DI SANTA MARIA DEL FIORE

Il Duomo di Firenze è per grandezza la quinta chiesa della Cristianità ed uno dei simboli più famosi della città. Interamente ricoperta di marmi policromi, la sua costruzione attraversa oltre sei secoli di storia.

Il progetto architettonico di base è stato disegnato da Arnolfo di Cambio alla fine del Duecento, la Cupola è frutto del genio del Rinascimento Filippo Brunelleschi, la facciata che lo ha completato è addirittura opera del tardo ottocento. Fra questi estremi ci sono tutta una serie di interventi strutturali e decorativi, sia all’interno che all’esterno, che hanno arricchito la storia della Cattedrale: la costruzione del vicino campanile progettato da Giotto, le due sacrestie, il pavimento marmoreo cinquecentesco, l’esecuzione delle sculture, gli affreschi firmati da Paolo Uccello, Andrea del Castagno, Giorgio Vasari e Federico Zuccari.

Fu intitolata nel 1412 a Santa Maria del Fiore con chiara allusione al giglio, simbolo della città.